Questa notte l’ultima Superluna del 2014

P8102077L’orbita della Luna attorno al nostro pianeta non è un cerchio perfetto, ma una curva leggermente ovale, ellittica: per questo motivo la distanza del nostro satellite naturale varia sensibilmente, tra i 400 e i 360 mila chilometri. Stasera il nostro unico satellite naturale sarà quasi al culmine del suo ciclico avvicinamento alla terra e contemporaneamente sarà in piena illuminazione, una combinazione che si ripete almeno una volta l’anno. Si tratta dell’ultimo di tre appuntamenti di questo fenomeno così affascinante nei nostri cieli che ha caratterizzato il 2014.
Il termine Superluna, che ormai utilizza anche la NASA, ha avuto origine sul sito web dell’astrologo Richard Nolle. Dal punto di vista scientifico si tratta del Perigeo lunare, ossia il punto più vicino alla Terra dell’orbita geocentrica della Luna, che permette al nostro satellite di avere una maggiore luminosità apparente e dimensioni conseguenti più grandi nel nostro cielo. Naturalmente le dimensioni lunari non variano realmente, né la sua luminosità assoluta, amplificato dall’illusione che il nostro cervello provoca in presenza di ostacoli naturali o artificiali presenti vicino l’orizzonte.
L’apparente aumento di grandezza del satellite, infatti, non è dato dalla diminuzione della distanza che risulta impercettibile ad occhio nudo, ma dalla sua forte luminosità. In ogni caso il miglior momento per l’osservazione è proprio quando la Luna si trova bassa sull’orizzonte e il suo disco appare vicino a costruzioni o alberi: per ragioni psicologiche e astrofisiche appare incredibilmente grande.(Meteoweb)

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com