Maltempo, 6 morti e 3 dispersi a Livorno

Cinque cadaveri sono stati trovati dai vigili del fuoco nella zona di Monterotondo, non lontano da Montenero, sulle colline di Livorno, dove nella notte si è abbattuta un’ondata di maltempo Nella zona si sono verificate frane e smottamenti. Quattro corpi sarebbero stati rinvenuti in uno scantinato. Altre tre persone risultano disperse. Il sindaco Nogarin : il bilancio dei morti potrebbe salire.

“La situazione è molto problematica, critica, spero non sia un disastro”, ha affermato il sindaco di Livorno Filippo Nogarin. “Ha piovuto tantissimo, ci sono grosse difficoltà, sono esondati alcuni corsi d’acqua, vengono segnalati smottamenti a Montenero”, riferisce il primo cittadino che si sta recando a una riunione convocata dalla prefettura al centro coordinamento soccorso, in una sede della prefettura.

“A Livorno l’emergenza maltempo non è finita. Sono esondati alcuni torrenti, altri sono sorvegliati dalla protezione civile”, ha scritto in un tweet il sindaco. “Livorno ferita dal nubifragio di queste ore – aggiunge in un altro tweet -. Ora riunione con prefettura e protezione civile per fare il punto della situazione”. Secondo Nogarin, che ha parlato a TgCom24, il numero dei morti potrebbe salire.

Si segnalano gravissimi danni specie nella zona sud, con scantinati e strade invase dall’acqua e auto spazzate via. La situazione più critica nei quartieri di Collinaia e Ardenza e Montenero, per l’esondazione di alcuni dei torrenti cittadini e il fango che ha invaso gli scantinati delle case. Persone sfollate nel quartiere di Salviano, mentre a Quercianella nella zona della stazione si è registrata una frana che ha interessato l’Aurelia.

Evacuato un camping – In particolare nel Livornese, a Quercianella, è stato evacuato un campeggio. Nel Pisano, a San Giorgio, quattro ragazze in auto rimaste bloccate in un sottopasso e rifugiatesi sul tetto del veicolo sono state messe in salvo dai vigili del fuoco.

Tgcom

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com