Cos’è una bomba d’acqua

Sentiamo sempre più spesso parlare di queste “Bombe d’acqua” molte volte anche a sproposito , ma in realtà che cosa sono?  Come si formano?  Sono prevedibili?   Cerchiamo di spiegarlo nella forma più semplice possibile .

Come abbiamo già potuto capire le nuvole si formano per la differenza di temperatura tra il suolo ed il cielo . L’aria calda presente a livello del mare tende a salire e a condensarsi man mano che salendo trova aria più fredda.
Condensandosi forma le nubi che poi , come sappiamo possono degenerare in pioggia .
E’ evidente che maggiore è la differenza di temperatura tra l’aria al livello del mare e quella in quota maggiore sarà l’energia che si dissiperà al momento in cui la nuvola sarà satura di acqua ed inizierà a piovere .
Fin quì abbiamo spiegato in maniera semplificata come si forma la pioggia , ma allora che cos’è questa “Bomba d’acqua” ?
Una notevole differenza di temperatura può creare delle nuvole molto alte e piene d’acqua che a cose normali formano i temporali.
Normalmente i temporali sono sempre fenomeni abbastanza isolati ma se l’energia da dissipare è troppa se ne può formare anche più di uno in una stessa zona e quindi possiamo arrivare a 200 millimetri di piogga in poche ore.
Questo fenomeno è chiamato Bomba d’acqua.
Il termine “bomba” deriva dal fatto che gli effetti di questo fenomeno sono molto pericolosi a volte devastanti , infatti le acque piovane in grande quantità non riescono a defluire attraverso la rete fognaria in primo luogo e fluviale in secondo luogo e creano notevoli danni alla natura ed alle costruzioni dell’uomo .
Come tutti sappiamo il famoso “effetto serra” sta facendo aumentare la temperatura della terra in maniera globale.
Per una caratteristica fisica detta “volano termico” i mari trattengono il calore del sole più a lungo rispetto alla terra, durante l’estate abbiamo avuto un alto numero di ondate di calore che hanno riscaldato il nostro mare fino ad una temperatura di oltre 28° .
E’ quindi lecito pensare che al cambiare della stagione, quando quindi l’aria tende a raffreddarsi e così anche la superficie terrestre, si creerebbe una notevole differenza di temperatura tra il mare (caldo) e l’aria e la terra (fredde) , e quindi un aumento dell’energia da dissiparsi al momento dell’avvicinarsi di una perturbazione atmosferica con fenomeni atmosferici di intensità chiaramente superiore alla media.
Quando questi fenomeni si manifestano su aree piuttosto ristrette ecco che abbiamo le famose Bombe d’acqua.
Le montagne, irraggiate dal sole, tendono a scaldarsi di più delle pianure e quindi tendono a creare correnti ascensionali di aria più calda che a contatto con l’aria più fredda in quota tendono a creare formazioni nuvolose più grandi.
Quando poi le montagne , come in Liguria o alta Toscana, sono vicine al mare questo fenomeno si avrà in maniera maggiore .
E’ per questo che le Bombe d’acqua si creano maggiormente in zone che hanno un’orografia di questo tipo .

Scuolanautica

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com