Bollettino di Vigilanza Meteorologica per Sabato 24 Novembre 2018

Precipitazioni:
– diffuse e persistenti, a prevalente carattere di rovescio o temporale, sui settori alpini, prealpini e orientali del Friuli Venezia, con quantitativi cumulati da elevati a molto elevati, specie sui settori alpini e prealpini orientali;
– inizialmente diffuse e a prevalente carattere di rovescio o temporale, tendenti a sparse e in successivo esaurimento entro metà giornata, sui restanti settori del Friuli Venezia Giulia e su Trentino, settori alpini e prealpini del Veneto, settori prealpini della Lombardia orientale, Liguria di Levante e alta Toscana, con quantitativi cumulati moderati, fino a puntualmente elevati su Trentino e settori alpini del Veneto;
– da sparse a diffuse, a prevalente carattere di rovescio o temporale, sui settori centro-meridionali e interni settentrionali del Lazio, settori occidentali di Abruzzo e Molise e sull’Umbria meridionale, con quantitativi cumulati generalmente moderati, fino a puntualmente elevati sulle zone meridionali dei settori occidentali abruzzesi e sulle zone interne e appenniniche del Lazio meridionale;
– sparse, localmente anche a carattere di rovescio o temporale, sui restanti settori di Lazio, Umbria, Abruzzo centro-settentrionale e Toscana occidentale e sulle Marche, con quantitativi cumulati da deboli a puntualmente moderati;
– da isolate a sparse sul resto del Nord e della Toscana, sulla zone interne della Campania settentrionale, sui settori occidentali e settentrionali della Sardegna e sulla Sicilia, con quantitativi cumulati generalmente deboli, fino a puntualmente moderati sui citati settori sardi.
Nevicate: al di sopra dei 1500-1700 metri sui rilievi alpini, con apporti al suolo da deboli a moderati.
Visibilità: nessun fenomeno significativo.
Temperature: senza variazioni di rilievo.
Venti: inizialmente forti settentrionali sulla Liguria e forti meridionali su Sicilia occidentale e settori tirrenici centro-settentrionali, in attenuazione; tendenti a forti meridionali sui settori adriatici e ionici.
Mari: molto mossi il Mar Ligure, il Tirreno centro-settentrionale, il Tirreno meridionale settore ovest e lo Stretto di Sicilia, con moto ondoso in attenuazione; molto mosso l’Adriatico settentrionale, tendente a molto mosso l’Adriatico meridionale.

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com