Allerta Meteo, mappe e previsioni dell’aeronautica militare

A01Il Servizio Meteorologico dell’Aeronautica Militare comunica le previsioni del tempo sull’Italia.
Situazione: la nostra penisola e’ inserita in un campo di bassa pressione con minimo di 994 che e’ localizzato sulle regioni centrali, all’interno di tale circolazione depressionaria si individua un fronte occluso sul nord-est e lungo i settori adriatici e due aree di instabilita’, una sul medio e basso Tirreno ed un’altra a sud della Sicilia.Tempo previsto fino alle 24 di oggi. Nord: al mattino molte nubi su settori centro-orientali con precipitazioni che sui settori orientali risulteranno diffuse e localmente temporalesche e di moderata intensita’, soprattutto su Veneto, Friuli Venezia Giulia e Trentino Alto Adige, piu’ sparsi sulle restanti aree. Mentre nubi irregolari e fenomeni del tutto occasionali su Piemonte, Liguria e Valle d’Aosta. Nevicate sulle Alpi, a partire da 1000 metri. Tendenza nel corso della giornata, a partire dai settori occidentali ed in estensione alle restanti aree, ad un’attenuazione della nuvolosita’ e dei fenomeni. Quest’ultimi dal tardo pomeriggio risulteranno deboli e saranno presenti solo sui settori piu’ orientali e sull’Emilia Romagna.
Centro e Sardegna: sulle regioni tirreniche ed Umbria al mattino nuvolosita’ estesa e possibilita’ di temporali di moderata intensita’ sulle coste meridionali di Toscana, su quelle del Lazio e quelle settentrionali della Sardegna. Meno intense e sparse le precipitazioni sulle restanti aree peninsulari. Nel corso del pomeriggio attenuazione di nubi e fenomeni a partire dalla Sardegna ed in estensione alle restanti aree. Sulle regioni adriatiche ampie schiarite alternate ad addensamenti nuvolosi associati a temporanei ed occasionali piovaschi nella prima parte della giornata.
Sud e Sicilia: alternanza tra schiarite e cielo molto nuvoloso con associate precipitazioni. Quest’ultime sul versante tirrenico e sulla Sicilia saranno localmente temporalesche, di moderata intensita’ nella prima parte della giornata, mentre deboli e del tutto occasionali i fenomeni sui settori adriatici. Attenuazione di nubi e fenomeni durante il pomeriggio.
Temperature: massime in lieve aumento, con aumenti piu’ significativi sui settori nord-occidentali, generalmente stazionarie sulle regioni adriatiche. Minime in lieve calo specie sulle regioni meridionali.
Venti: moderati o forti nord su Liguria, nord-est su Toscana, nord-ovest su Canale e Mare di Sardegna. Deboli o moderati sud-occidentali sulle restanti zone dell’Italia centro-meridionale; orientali o nord-orientali deboli con locali rinforzi sulle restanti regioni settentrionali.
Mari: molto agitato o agitato il Mare di Sardegna; agitato il Canale di Sardegna; mosso l’Adriatico. Molto mossi i restanti bacini, con lo Stretto di Sicilia tendente ad agitato ed il Tirreno tendente a mosso.

Il Servizio Meteorologico dell’Aeronautica Militare comunica le previsioni del tempo sull’Italia per la giornata di domani, lunedì 3 marzo 2014.
Nord: condizioni di maltempo con nuvolosita’ estesa e precipitazioni diffuse dapprima sul nord-ovest e poi in trasferimento sulle restanti aree con successive schiarite su Valle d’Aosta e settori occidentali di Piemonte e Liguria. I fenomeni risulteranno a carattere nevoso a partire da 900-1000 metri ma con quota neve in decisa diminuzione su Piemonte.
Centro e Sardegna: molte nubi in arrivo su Sardegna e Toscana con precipitazioni associate nel corso della mattinata. Parziali schiarite sulle restanti aree ma con tendenza a rapido peggioramento con piogge diffuse specie sul settore tirrenico.
Sud e Sicilia: residua nuvolosita’ al primo mattino sulle regioni joniche ma in rapido miglioramento con ampi rasserenamenti. Ampie schiarite anche sulle restanti regioni in attesa di un nuovo impulso nuvoloso dal pomeriggio a partire da Campania e ovest Sicilia ed in estensione a tutte le regioni con fenomeni localmente consistenti sul settore tirrenico e meno probabili su Puglia e Basilicata jonica.
Temperature: minime in lieve aumento sulle due isole maggiori e regioni adriatiche, in generale lieve diminuzione sul resto della penisola; massime in aumento sulle regioni centro-meridionali ed Emilia Romagna, in diminuzione sul resto del nord.
Venti: in prevalenza deboli dai quadranti orientali sulle regioni settentrionali, forti da nord-ovest sulle due isole maggiori, moderati meridionali sulle restanti regioni peninsulari tendenti a rinforzare e a disporsi da ovest.
Mari: da poco mosso a localmente mosso l’Adriatico; mosso Tirreno e Ligure, molto mossi gli altri mari con moto ondoso in rapido aumento sui bacini di Ponente con mari generalmente agitati.

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com