Allerta Meteo, il bollettino della protezione civile

Logo_protezione_civile_nazionale_200x200Una perturbazione di origine atlantica interessa in queste ore la penisola italiana, apportando primi fenomeni significativi al nord, in successiva estensione alle regioni centro-meridionali. Sulla base delle previsioni disponibili il Dipartimento della Protezione Civile d’intesa con le Regioni coinvolte – alle quali spetta l’attivazione dei sistemi di protezione civile nei territori interessati – ha emesso, quindi, un avviso di condizioni meteorologiche avverse. I fenomeni meteo, impattando sulle diverse aree del Paese, potrebbero determinare delle criticita’ idrogeologiche e idrauliche che sono riportate, in una sintesi nazionale, nel bollettino di criticita’ consultabile sul sito del Dipartimento (protezionecivile.gov.it).
L’avviso meteo prevede precipitazioni diffuse, anche a carattere di rovescio o temporale, prima sulla Lombardia, poi su Veneto e Friuli Venezia Giulia. Dalle prime ore di domemica  si prevede un’estensione delle precipitazioni diffuse, a prevalente carattere di rovescio o temporale, su Sardegna, Umbria, Lazio, sui settori occidentali di Abruzzo e Molise, e successivamente sulla Campania.
Dal pomeriggio-sera, poi, rovesci e temporali interesseranno Basilicata e Sicilia, in estensione su Calabria e Puglia.
I fenomeni, di forte intensita’, saranno accompagnati da attivita’ elettrica, grandinate e forti raffiche di vento.
Inoltre dalla mattina si prevedono venti forti o di burrasca da occidente su Sardegna, Lazio, Marche, Umbria, Abruzzo e Molise, in estensione a Campania, Basilicata, Calabria, Sicilia e Puglia.
Sulla base dei fenomeni previsti e’ stata valutata dalla serata di oggi una criticita’ arancione per rischio idrogeologico sul Friuli Venezia Giulia, mentre sono indicate in criticita’ gialla le altre Regioni interessate dal maltempo.
Per la giornata di domenica, invece, e’ prevista una criticita’ arancione per rischio idraulico sulle Prealpi centrali lombarde, e per rischio idrogeologico su Friuli Venezia Giulia, Campania e Sardegna; la criticita’ sara’ invece gialla sulle altre Regioni interessate da condizioni meteorologiche avverse.

23-marzo-2014IL BOLLETTINO PER DOMENICA 23 MARZO 2014:

Precipitazioni:
– diffuse e persistenti, anche a carattere di rovescio o temporale, sul Friuli Venezia Giulia e sui settori alpini e prealpini del Veneto, con quantitativi cumulati elevati o localmente molto elevati;
– da sparse a diffuse, anche a carattere di rovescio o temporale, su Liguria di Levante, Lombardia, Emilia Romagna occidentale, Trentino Alto Adige e sui restanti settori di Veneto, e Toscana centro-settentrionale, con quantitativi cumulati moderati o localmente elevati.
– sparse, anche a carattere di rovescio o temporale, sul resto della Toscana e su Umbria, Lazio, settori occidentali di Abruzzo e Molise, Campania centro-settentrionale e Sardegna, con quantitativi cumulati generalmente moderati.
– da isolate a sparse, localmente anche a carattere di rovescio o temporale, sui restanti settori del Nord, del Centro e della Campania e su Puglia settentrionale, Basilicata, Calabria e Sicilia con quantitativi cumulati deboli.
Nevicate: mediamente al di sopra dei 700-900 metri sui settori alpini, con apporti al suolo moderati, fino ad elevati sul Triveneto; inizialmente al di sopra dei 1300-1500 m sull’Appennino settentrionale, in calo nella seconda parte della giornata fino ai 700-900 metri in serata, con apporti al suolo moderati; inizialmente al di sopra dei 1300-1500 metri sull’Appennino centrale e sui rilievi della Sardegna, in calo nella seconda parte della giornata fino ai 800-1000 metri, con apporti al suolo moderati.
Visibilità: nessun fenomeno significativo.
Temperature: in calo nei valori massimi e in quelli serali sulle regioni centro-settentrionali.
Venti: forti o di burrasca nord-occidentali sulla Sardegna; forti dai quadranti occidentali, con raffiche di burrasca, su Golfo Ligure, settori tirrenici di Toscana, Lazio, Campania, Basilicata e Calabria settentrionale, sulla Puglia e lungo la dorsale appenninica, con raffiche di caduta sul versante adriatico centrale; tendenti a forti sud-occidentali su Sicilia e restanti aree meridionali. tendenti a forti di fohn sui settori alpini occidentali.
Mari: da agitato a molto agitato il Mare di Sardegna; agitati il Mar Ligure, il Tirreno centro-settentrionale ed il canale di Sardegna; molto mosso il Tirreno centro-meridionale; tendenti a molto mossi tutti gli altri mari.

24-marzo-2014IL BOLLETTINO PER DOPODOMANI, LUNEDI’ 24 MARZO 2014:

Precipitazioni:
– da sparse a diffuse, anche a carattere di rovescio o temporale, sulla Campania meridionale e sui settori tirrenici di Basilicata, Calabria e Sicilia, con quantitativi cumulati generalmente moderati;
– da isolate a sparse, anche a carattere di rovescio o temporale, sulle restanti regioni centro-meridionali e su Emilia Romagna, settori orientali della Lombardia e sul Triveneto, con quantitativi cumulati generalmente deboli.
Nevicate: mediamente al di sopra dei 700-900 metri sui settori alpini, con apporti al suolo moderati, fino ad elevati sul Triveneto; al di sopra degli 800-1000 metri sull’Appennino settentrionale e sui rilievi del centro-sud con apporti al suolo da deboli a moderati.
Visibilità: nessun fenomeno significativo.
Temperature: in sensibile calo su tutte le regioni, specie nei valori massimi sulle regioni meridionali.
Venti: forti o di burrasca nord-occidentali sulla Sardegna; forti dai quadranti occidentali, con raffiche di burrasca, su Golfo Ligure, settori tirrenici di Toscana, Lazio, Campania, Basilicata e Calabria settentrionale, sulla Puglia e lungo la dorsale appenninica; forti di fohn sulle aree alpine centro-occidentali; forti settentrionali sulla Liguria.
Mari: molto agitato il Mar di Sardegna; agitato il Tirreno centro-meridionale; molto mossi i restanti bacini occidentali; localmente molto mossi l’Adriatico centro-meridionale e lo Ionio.

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com